Martedì 2 aprile serata a San Francesco, Venerdì 5 aprile ci trovi all’ex Makallè in Restera, sabato 6 e domenica 7 aprile Ferrara e Tresigallo, domenica 7 aprile uscita gruppo giovani Freni Bollenti!

Martedì 2 aprile serata a San Francesco, Venerdì 5 aprile ci trovi all’ex Makallè in Restera, sabato 6 e domenica 7 aprile Ferrara e Tresigallo, domenica 7 aprile uscita gruppo giovani Freni Bollenti!

FIAB Treviso

Martedì 2 aprile

In viaggio con il Parkinson

con Simone Masotti e Alessandro Barbisan

Da Udine a Roma in bici per raccogliere fondi a favore della ricerca. Circa 680 km, tappa dopo tappa, con un compagno scomodo in sella: il Parkinson. Simone Masotti, autore di In bicicletta sono libero. In viaggio con il Parkinson, ha deciso di affrontare così l’ostacolo della sua malattia.

Ci racconterà del suo viaggio e delle sue scoperte, in una conversazione con l’amico Alessandro Barbisan, in questa emozionante serata, nella sala conferenze della chiesa di San Francesco, con inizio alle 20.30.

FIAB TrevisoVenerdì 5 aprile ci trovi all’ex Makallè in Restera dalle 18 alle 19.30

FIAB Treviso

 

Sabato 6 e Domenica 7 aprile 2024

Da Ferrara a Tresigallo la città metafisica

1’ giorno – sabato 6 aprile 2024 Km. 40 circa

Ritrovo:

Ore 08,10 stazione f.s. di Treviso, treno ore 08,23-8,46 Mestre – 08,53-10,16 Ferrara, colazione in zona e partenza in bici alle ore 10,30.

Costo biglietto andata €. 11,40 + 3,50 bici / Costo biglietto treno ritorno €. 11,40 + 3,50 bici.

Per chi volesse arrivare in auto a Ferrara ritrovo ore 10,10 stazione f.s. di Ferrara.

Descrizione:

Un viaggio verso l’orizzonte, alla scoperta della Città metafisica: Tresigallo, progettata a tavolino 90 anni or sono come città ideale e rimasta immutata fino ad oggi. L’itinerario inizia a Ferrara e, senza alcun dislivello, raggiunge prima Villa della Mensa, sito monumentale e luogo di delizia degli Estensi. Dopo aver giocato ancora un po’ a nascondino col Po di Volano, apparirà la Città metafisica: Tresigallo. Lo spazio orizzontale davanti a noi preparerà il nostro sguardo all’apparizione della Città ideale, designata Città d’arte per essere uno degli esempi meglio conservati dell’architettura razionalista: le cosiddette Città di fondazione realizzate nel ventennio fascista. Astrazioni, silenzi, vuoti e geometrie di sapore futurista ci faranno da fil rouge nella visita guidata da esperti della Pro Loco, che ci sveleranno il genius loci della Città. Il vuoto attorno alla città dà una dimensione metafisica, una sorta di calma folle: a Tresigallo il tempo si è fermato, il linguaggio urbanistico e architettonico non ha subìto alterazioni particolari da quando è stata fondata. Il legame con la metafisica invece è dovuto alle atmosfere dei quadri del noto pittore Giorgio de Chirico che ritroviamo passeggiando nelle piazze, nelle vie e tra gli edifici di Tresigallo.

Il viaggio continua verso il piatto orizzonte della Bonifica delle Valli ferraresi. A Gherardi, borgata agricola immersa nella pianura, tocchiamo già quota zero s.l.m.: qui potremo gironzolare alla scoperta dei murales, realizzati di recente, sul tema del cinema vintage anni ‘50-60 e della coltivazione del riso.

Poche pedalate e saremo nella dimora dove alloggeremo: la Casa della Beata Flora Manfrinati, dove potremo alloggiare in camerette e sostare nell’ampio giardino, circondato dalle terre emerse dalla bonifica degli anni ’30.

2’ giorno – domenica 7 aprile 2024 Km. 50 circa

Descrizione:

La prima tappa è a Jolanda di Savoia, caposaldo delle Terre del Riso per l’ultimo caffè prima della discesa verso il punto più basso d’Italia: qui, in Corte delle Magoghe, siamo a quota – 3,44 m. s.l..m.: la Valle delle Morte se possiamo permetterci…!

Sarà possibile osservare la Palude di Codigoro, unico relitto di zona umida nel comprensorio bonificato 1l secolo scorso. Da qui inizia la lenta risalita lungo il Canal Bianco (che rievoca le nebbie della Bassa), fino a raggiungere, lungo scoli di bonifica, il Po grande in località Ruina. Potremo osservare il grande fiume dall’argine destro, punto più elevato del nostro viaggio. Toccheremo poi Malborghetto fino a intercettare il tratto della ciclovia VEN.TO, che ci riporterà a Ferrara, con percorso lungo le mura, fino alla Darsena, qui ritroveremo il Po di Volano (fino a 1000 anni fa era il corso principale del Po’) e potremo sorseggiare una birra nell’area già antico porto fluviale di Ferrara. Anche a Ferrara si cercherà qualche riferimento al cinema del neorealismo anni ‘50-60.

Ritorno in treno da Ferrara dalle ore dalle 16,43 oppure 17,43 oppure 18,43, durata viaggio fino a Treviso con cambio a Mestre circa ore 1,50.

Informazioni e costi:

Disponibilità di 4 camere con 3 letti a castello, 6 persone per camera per un totale di 24 persone (cercheremo di modulare il tutto in base alle esigenze dei partecipanti).

Costi: Mezza pensione (Cena, pernottamento e colazione) presso la Casa della Beata Flora Manfrinati più visita guidata di Tresigallo: 60,00 euro a persona. Quota Fiab 6,00 euro a persona.

Non sono compresi: i pranzi (primo e secondo giorno al sacco) e il viaggio in treno o in auto A/R.

Percorso: Primo giorno km. 40 circa – Secondo giorno km. 50 circa. – 80% asfalto, 20% sterrato – Medio – Pianeggiante. Bici consigliate: city bike, mountain bike o gravel con copertoni adatti.

Portare camere d’aria di scorta.

Iscrizioni entro il 3 aprile 2024 fino ad esaurimento posti.

Referenti: Giampietro 3482419596 e Maurizio.

FIAB Treviso

Domenica 7 aprile

Prima Uscita del Gruppo Giovani “Freni Bollenti”

Nasce FIAB Freni Bollenti, gruppo di giovani biciclettari temerari e coraggiosi.
Capogruppo del nuovo progetto FIAB, dedicato agli under 45, Fenice Freno Bollente, alter ego di Stefania Zorzi, giovane avventuriera, amante della natura e degli sport all’aria aperta soprattutto se in sella alle due ruote.
Viaggiatrice per passione e talvolta per lavoro, Fenice sperimenta la bicicletta fin dalla giovane età, quando trasferitasi in Olanda per studio, pedalava tutti i giorni e per tutto l’anno, sotto qualsiasi condizione meteo. Tuttavia nel corso degli anni l’amore per la bicicletta non è sempre stato continuo, soprattutto quando nel 2012 Fenice decide di parcheggiare il suo telaio in garage per intraprendere un lungo viaggio a piedi tra Nepal e India, con l’obiettivo di conquistare il campo base dell’Everest.
Il matrimonio con la bicicletta si consacra nel 2019 quando Stefania diventa a tutti gli effetti Fenice Freno Bollente, affrontando la salita della strada del Ponale (sopra il lago di Garda) con una bici Bottecchia modello Verde Natura, con un cambio a dir poco sgangherato. Davanti a tale impresa epica Fenice realizza che stare in sella alle due ruote è meraviglioso, la fatica viene sempre ripagata da panorami che ti tolgono il fiato e il vento che ti accarezza il viso, soprattutto quando si è in discesa, da un senso di totale libertà.

LA PRIMA USCITA (Recupero della gita programmata per marzo annullata per pioggia):

AVVENTURA AI FONTANASSI
Partenza ore 10.30 Porta SS: Quaranta
Lunghezza km 50, parte asfalto parte sterrato
Pranzo al sacco
Rientro nel pomeriggio
Referente Stefania 3495126205

FIAB Treviso

APERTE LE ISCRIZIONI:

BICIVIAGGIO WILD VENETO DAL 24 AL 28 APRILE

Con Susanna

Un fantastico viaggio ad anello di circa 370 km e 3000m di dislivello in 5 giorni, dalla pianura, alle colline, alle Dolomiti, alla laguna, ai fiumi. Una spettacolare avventura gravel in una regione che riserva un’incredibile varietà di paesaggi. Che aspetti? Iscriviti!

https://www.biciviaggi.it/wild-veneto

WEEKEND LAGO DI ISEO E FRANCIACORTA 1-2 GIUGNO

CON FIAB BASSANOOOOOO

Programma in via di definizione:

Primo giorno: partenza in pullman e arrivo a Lovere, scarico bici, cappuccino, percorso di circa 45km lungo la sponda orientale del bellissimo lago con tappa intermedia per visitare Monte Isola o fare il bagno e prendere il sole. Arrivo in hotel a Capriolo, cena e pernottamento.

Secondo giorno: pedalata in Franciacorta lungo l’itinerario “Brut” e l’itinerario “Millesimato” con pranzo al sacco o in agriturismo, km 65 circa dislivello 550m circa, rientro ad Iseo, carico bici e partenza.

La quota non sarà superiore a 200 euro comprensiva di pullman, pernottamento e cena, eventuale battello, pranzo leggero.

Info Susanna 349 6487898

Posti limitati! Per iscriversi effettuare un acconto di Euro 100 tramite bonifico IT14W0708412000000000811055 con causale “Weekend Iseo”

La gita si effettuerà anche in caso di pioggia, con eventuale programma alternativo in caso di condizioni particolarmente avverse.

FIAB TrevisoCosa fa FIAB Treviso oltre alle gite

Il convegno che FIAB Treviso ha organizzato venerdì 22 marzo è stato un successo e ha ricevuto riscontri positivi sia dai partecipanti (amministratori, tecnici, polizie locali) che dai relatori. Con il patrocinio del Comune di Treviso e con la collaborazione e grazie all’ospitalità della Provincia di Treviso, all’interno delle attività del Tavolo Provinciale della Sicurezza Stradale di cui facciamo parte, abbiamo presentato buone pratiche e soluzioni fattibili per intervenire sulle nostre strade e aumentare la sicurezza di tutti gli utenti, non solo di quelli vulnerabili ma anche di chi si sposta in auto, per moderare la velocità, prima causa delle collisioni e delle morti, e migliorare la vivibilità delle città.

Si è parlato inoltre di comunicazione e di trasporto pubblico locale, con interventi tutti di altissimo livello.

Ringraziamo quindi tutti i relatori e chi ha creduto nell’importanza di creare un momento di confronto e condivisione.

Un ringraziamento particolare all’Istituto Professionale Lepido Rocco per lo squisito coffee break!

Nella foto da sx a dx, la nostra socia e dipendente della Provincia Emanuela Linguanotto, il coordinatore regionale FIAB Veneto Antonio Dalla Venezia, la nostra socia Paola Bruttocao, l’Ing. Chiarini del Centro Studi FIAB, l’Ing. Roberto Di Bussolo, Dirigente Settore Mobilità del Comune di Venezia, la neo Consigliera di FIAB Treviso Elena Dal Forno, l’Ing. Marco passigato, Coordinatore del Corso Esperto Promotore della Mobilità Ciclistica dell’Università di Verona, la Presidente di FIAB Treviso Susanna Maggioni che ha moderato il convegno, e il Vicepresidente di FIAB Conegliano Liberalabici Ezio Marchioni.  La registrazione del convegno è disponibile sul canale YouTube della Provincia di Treviso.

FIAB Treviso

Sabato 23 marzo si è tenuta l’Assemblea dei soci di FIAB Treviso APS

Questo il nuovo Consiglio Direttivo entrato in carica: Susanna Maggioni, Daniele Doni, Giampietro Toniolo, Renata Giacomini, Carlo Bellan, Elena Dal Forno, Rosanna Secco, Lucia Biscaro, Luisa Favaretto, Francesco Serafino.

FIAB TrevisoE’ online il calendario 2024!

Lo trovi qui!

FIAB Treviso

LA TESSERA FIAB TREVISO!

SOSTENIBILE, FUTURIBILE, INDISPENSABILE.

PIU’ SIAMO E PIU’ CONTIAMO, PER UN FUTURO SEMPRE PIU’ CICLABILE.

CONTINUATE A SOSTENERCI PER RENDERE I NOSTRI TERRITORI SEMPRE PIU’ A MISURA DI PERSONE!

Ti piace fare gite in bicicletta con noi?

Vorresti che la tua città fosse più sicura, più sana e più vivibile?

Credi che la bicicletta sia la soluzione energetica e climatica?

Allora cosa aspetti? Iscriviti subito! La tua tessera aiuta noi a lavorare sul territorio e al nostro programma sociale, ma aiuta anche FIAB nazionale a portare avanti il suo importante lavoro, continuando a collezionare altri traguardi significativi per il bene di tutto il paese. Più siamo, più contiamo.

Da quest’anno le tessere saranno solo digitali! Ma se ti piace la carta puoi stampare la tessera che riceverai per email!

IMPORTANTI NOVITA’ SULLA VALIDITA’ DELLA TESSERA.  LA TESSERA 2023 SCADRA’ IL 31 DICEMBRE 2023 E QUINDI LA SUA VALIDITA’ NON SARA’ PROROGATA AL 31 MARZO DELL’ANNO SUCCESSIVO COME E’ STATO FINORA. ANALOGAMENTE LA TESSERA 2024 EMESSA DA ORA IN POI AVRA’ SCADENZA 31 DICEMBRE 2024. INVITIAMO QUINDI I SOCI A RINNOVARE ENTRO IL 31 DIC DI QUEST’ANNO LA LORO ISCRIZIONE PER GARANTIRE LA CONTINUITA’ DELLA ASSICURAZIONE RC.

Per iscriverti, clicca qui

FIAB Treviso

REGOLAMENTO GITE FIAB TREVISO APS

INDISPENSABILE AVER LETTO E SOTTOSCRITTO IL REGOLAMENTO GITE.

Durante le escursioni si è tenuti a rispettare il codice della strada, l’uso del casco è vivamente consigliato. L’associazione declina ogni responsabilità per danni recati a cose e persone. La cicloescursione non è una iniziativa turistica organizzata, bensì un’attività esclusivamente ricreativa-ambientale-culturale, svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione.