Domenica 6 Settembre 2009

TRA DOLCI COLLINE E PAESAGGI QUASI DOLOMITICI

dolomiti daySicuramente non e’ tra i giri piu’ facili proposti quest’anno, e lo si vede già dall’inizio con uno strappetto iniziale che da Conegliano ci porterà in località Collabrigo. Dopo un leggero falsopiano immerso nei vigneti lungo la via del Prosecco, ricca di osterie, di cui alcune restaurate e con molto criterio mantenendone l’antico fascino, seguirà una vertiginosa discesa denominata non a caso "Muro del Poggiò" che ci riporterà in pianura.

Quindi affronteremo un altra importante salita comunque breve fino alla zona di Manzana attraverso il grazioso borghetto di Formeniga. Di nuovo scenderemo per raggiungere Vittorio Veneto da dove inizia il Passo di San Lorenzo: dopo le difficoltà incontrate ci sembrerà una passeggiata. Percorrendo questo valico molto ombreggiato, con pendenza accettabile e costante in breve tempo saremo sul versante di Tarzo attraversando una zona che ricorda per certi versi i paesaggi dolomitici.
Si imboccherà una stradina molto suggestiva alla volta di Corbanese; infine  un ultimo pendio (tranquilli, è brevissimo!) contornato ai lati da alberi da frutto  - ottima occasione per fare incetta di fichi e prugne, sempre stando nei limiti del buonsenso -  e poi giù verso la stazione di Conegliano dove ci aspetterà il treno di ritorno.

 

  • RITROVO: Presso la stazione dei treni di Treviso alle ore 07.20
  • RIENTRO: ore 16.20
  • LUNGHEZZA PERCORSO: 46 km circa
  • DISLIVELLO COMPLESSIVO: 650 m circa
  • PERCORSO: interamente asfaltato
  • BICICLETTA: Citybike o da strada munita di cambi con camera d’aria di scorta
  • COSTO: (comprensivo dei biglietti del treno con trasporto bici):  € 10,00 per i soci, € 12,00 per i non soci.
  • REFERENTE: Gigi, 3394123300
  • ISCRIZIONI: in sede giovedì 3 sett. dalle 17.30 alle 19.00 o contattando il referente

 

Scarica la brochure della gita

 

Si raccomanda: durante le escursioni si è tenuti a rispettare il codice della strada - l’uso del casco non è obbligatorio ma consigliato. L’Associazione declina ogni responsabilità per danni recati a cose e persone. La cicloescursione non è una iniziativa turistica organizzata, bensì un’attività esclusivamente ricreativa – ambientale – culturale, svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione.

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Settembre 2009 13:57
 
Amici della Bicicletta - FIAB, Via Barbano da Treviso 22, 31100 TREVISO | Powered by Joomla! OPENSOURCE GNU/GPL