Domenica 4 settembre 2016

ITINERARI LETTERARI: LA MOGLIANO VENETO DI GIUSEPPE BERTO
Il breve percorso odierno ci porterà nei luoghi di Giuseppe Berto, laddove è nato, è cresciuto e si è formato lo scrittore che sarebbe diventato famoso con romanzi come  Il cielo è rosso e Il male oscuro.
Partendo da Treviso attraverseremo paesi della campagna trevigiana con un traffico automobilistico rado e poco invasivo, quali San Trovaso e Sambughè,  per arrivare nel comune di Mogliano Veneto nella frazione di Marocco, tra splendide ville venete immerse nel verde.
Faremo un breve tratto della regina viarum della Serenissima: il Terraglio, l’importantissimo asse viario della Repubblica di Venezia nella sua penetrazione nella terraferma, oggi infestata dal traffico motorizzato.

A Mogliano vedremo la casa natale dello scrittore, la scuola dove ha studiato ed il luogo dove i genitori di Giuseppe Berto avevano un negozio.
Riscoprire Berto oggi mi sembra un’operazione necessaria, dopo che per tanti anni una critica troppo ideologizzata lo aveva ingiustamente negletto e poco compreso. Come scrive Cesare De Michelis: “Se c’è uno scrittore del secondo Novecento esemplarmente non ideologico e conseguentemente affatto “novecentesco”: questo fu Giuseppe Berto”.
Letture consigliate: GIUSEPPE BERTO, Il cielo è rosso
                               GIUSEPPE BERTO, Il male oscuro
                               Giuseppe Berton 1914 - 1978, Mogliano Veneto, 2014
DETTAGLI:
Ritrovo: alle ore 9 presso l’hotel Maggior Consiglio all’inizio del Terraglio.
Ritorno: primo pomeriggio.
Percorso: circa 40 km. Facile.
Costo: euro 3,00 più euro 10,00 per chi si ferma a pranzo presso la trattoria "Al Vecio Muin".
Pranzo: Presso  "al Vecio Muin": 10,00 euro (primo, contorni, acqua e vino), oppure al sacco.
Referente: Roberto tel. 339 4123300.
Iscrizioni: presso Sala Conferenza Palazzo del Podestà in via Calmaggiore 10 venerdì’ 2 settembre dalle 18.00 alle 20.00 oppure contattando il referente.
Si raccomanda: durante le escursioni si è tenuti a rispettare il codice della strada, l’uso del casco è vivamente consigliato. Portare camera d'aria di scorta. L’associazione declina ogni responsabilità per danni recati a cose e persone. La cicloescursione non è una iniziativa turistica organizzata, bensì un’attività esclusivamente ricreativa-ambientale-culturale, svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione. 

Cliccare sull'icona Acrobat Reader per scaricare la locandina .pdf

 
Amici della Bicicletta - FIAB, Via Barbano da Treviso 22, 31100 TREVISO | Powered by Joomla! OPENSOURCE GNU/GPL