COMUNICATO MOBILITÀ SOSTENIBILE A TREVISO

La FIAB ha incontrato i candidati Sindaci sabato 11 maggio 2013
In occasione delle prossime elezioni comunali, la FIAB-AdB di Treviso ha organizzato un incontro coi candidati alla carica di sindaco e discusso con loro e la cittadinanza intervenuta sul tema della mobilità sostenibile. Di seguito sono riportate le richieste effettuate dalla Fiab-AdB di Treviso non solo ai candidati sindaci, ma anche ai candidati consiglieri comunali di tutte le liste  PROPOSTE: La Fiab ritiene che le città debbano essere rese più belle, più sane e più sicure: in tal senso la mobilità sostenibile va resa centrale e prioritaria negli sforzi delle amministrazioni pubbliche, a cominciare da quella comunale,  mettendo al centro della mobilità urbana i pedoni ed i ciclisti.

 Riteniamo importante  porre l’obiettivo che la ripartizione  modale tra bici, pedoni e trasporto pubblico locale  giunga presto ad essere del 20% per ognuno  dei tre elementi, puntando anche all’abbattimento degli incidenti  e dei morti/feriti  tra gli utenti deboli della strada , ovvero tra i pedoni e ciclisti. Insieme alle necessarie infrastrutture,  è importante anche sviluppare la cultura della mobilità sostenibile.
Per raggiungere tali obiettivi, noi  chiediamo quanto segue.

1. Istituzione di  uno specifico Ufficio Comunale Mobilità Ciclistica (Ufficio bici), che si occupi dell’attuazione di tutto quanto concerne la mobilità ciclabile, dall’attuazione del Piano-Bici all’offerta di servizi al ciclista, ai rapporti coi Cittadini e le Associazioni.
2. Costruzione o completamento di una rete di piste ciclabili che colleghi tutte le zone della città e la città coi comuni confinanti. Le piste ciclabili devono essere sicure e quindi separate dalla corsia di marcia delle auto; devono essere utilizzabili in sicurezza anche da bambini e anziani, non devono essere intese come  semplice vernice gialla al margine della strada  .
3. Accordi coi comuni confinanti  perché colleghino le ciclabili “di confine” con quelle della loro rete.
4. Rapida attuazione del  Piano-Bici già deliberato dal consiglio comunale nel 2012 con indicazione puntuale della tempistica e delle priorità previste.
5. Creazione di capillari e  adeguati  parcheggi nelle diverse zone della città,  del tipo  più adatto sia  ad una sosta veloce sia ad una sosta più prolungata nel tempo; in tal senso si dovrebbe dotare  la città anche di parcheggi per bici sorvegliati e coperti,  a cominciare dalla zona della Stazione ferroviaria. Nei parcheggi  si dovrebbero utilizzare non  le tradizionali  rastrelliere basse,  bensì le più moderne rastrelliere con sostegni verticali, come in molte città europee.
6. Dotare il territorio di “stazioni di servizio”, ovvero di ciclofficine (anche mobili) per l’assistenza al ciclista.
7. Aumentare le zone pedonali.
8. Istituzione di una zona 30kmh generalizzata in tutto il centro storico all’interno delle Mura, compreso l’anello interno del “put” ; nella zona 30 eliminazione dei rettilinei con chicanes.
9. Istituzione di zone 30 in tutte le aree residenziali dei quartieri extramura.
10. Urgente messa in sicurezza di tutte le strade, con particolare riferimento  alle rotatorie e ai sottopassi  sprovvisti  di pista ciclabile e/o pedonale,  e di tutti i punti della viabilità  pericolosi.
11. Rafforzamento del trasporto pubblico locale, anche con formule innovative.
12. Costante manutenzione delle strade e delle piste ciclabili.
13. Predisporre una adeguata segnaletica di direzione per le biciclette.
14. Predisporre un sistema di registrazione delle biciclette, in collaborazione con le Forze dell’Ordine, per ostacolare i furti; rendere possibile la registrazione anche ai non residenti e attivarsi con altri Comuni e con Enti soprastanti perché si adotti un registro condiviso.
15. Dotare la Polizia Locale di biciclette per i compiti d’istituto che lo consentono.
16. Collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado, anche esterne ai confini comunali per:
 incentivare corsi di educazione alla mobilità sostenibile da inserirsi nei POF;
istituire nelle scuole il mobility manager , incaricato di incentivare la mobilità sostenibile tra il personale e gli  studenti;
promuovere uscite didattiche in bicicletta.
17. Promuovere  nelle aziende, enti, uffici  l’istituzione del mobility manager, al fine di ridurre l’uso del mezzo privato da parte del lavoratore.
18. Disponibilità a dare il buon esempio ai cittadini recandosi in Municipio in bicicletta.
19. Coinvolgimento delle  Associazioni nell’elaborazione e attuazione  delle politiche relative alla mobilità sostenibile.

Quanto sopra riguarda l’uso della bici nella vita di tutti i giorni, elemento dal quale si deve doverosamente cominciare. 
Ma non possiamo non ricordare la valenza turistica di una presenza adeguata di pista ciclabili sul territorio, sia all’interno della città che all’esterno: ne trarrebbe vantaggio l’immagine complessiva della città ed  il cicloturismo; in tal senso non si può non vedere l’effetto da volano per le attività economiche  che si attiverebbe con una decisa scelta a favore di quanto da noi  auspicato.
A tal proposito riaffermiamo la necessità di completare la ciclabile Treviso-Ostiglia nel suo tratto iniziale e della Ciclovia del Sile, tuttora incompiuta.

L’impegno dei candidati e di FIAB-AdB di Treviso
LA FIAB-AdB di Treviso propone ai candidati alla carica di sindaco di Treviso, ai candidati alla carica di consigliere comunale  e alle forze politiche di sottoscrivere il presente appello, impegnandosi  con ciò pubblicamente a dare la massima attuazione possibile nella prossima  legislatura comunale a quanto previsto nel documento  stesso, al fine di rendere la città sempre più vivibile per pedoni e ciclisti.
FIAB-AdB di Treviso si impegna contestualmente a rendere nota pubblicamente prima delle elezioni l’avvenuta adesione e si impegna a verificare  il rispetto degli impegni sottoscritti.

Sono stati invitati tutti i candidati alla carica di Sindaco (in ordine alfabetico)
Bellon Alessia              Lista Indipendenza Veneta
Gentilini Giancarlo       Lista Gentilini Sindaco, Lista Lega Nord, PDL, Treviso Ci Piace
Gnocchi Alessandro   Movimento 5 stelle
Manildo Giovanni         Partito Democratico, La Sinistra Unita per Treviso,       
                                         Impegno Civile con Franchin, Treviso Civica, Per Treviso
Mauro Beppe               Grande Treviso, Fare Treviso Futura
Zanetti Massimo     Prima Treviso,    Rinascita per Treviso,                                                                             Scelta Civica con Zanetti, Arca per Zanetti Sindaco

 

 
Amici della Bicicletta - FIAB, Via Barbano da Treviso 22, 31100 TREVISO | Powered by Joomla! OPENSOURCE GNU/GPL