DOMENICA 17 FEBBRAIO 2013

Archeologia industriale trevigiana: Le Fornaci Guerra- Gregorj

Fornace GregorjLa breve escursione mattutina della FIAB di Treviso toccherà alcuni luoghi simbolo della prima industrializzazione trevigiana. Partiremo dal Ponte della Gobba alle 9.30, proseguiremo per la “classica” Restera, fino ad imboccare la stradina del cosiddetto Sile Morto. Già in questo piccolo tratto, tanto amato dai trevigiani, si potranno notare le tracce di un'attività molitoria da sempre fiorente sulle sponde del nostro fiume.

Vecchi mulini in disuso da tempo, che in alcuni casi si sono trasformati in lussuosi alloggi privati, in altri sono mestamente in abbandono.
Usciremo sulla strada provinciale che percorreremo per pochi metri verso Treviso, quindi svolteremo a sinistra per arrivare al cuore del nostro piccolo tour. Sulla sinistra, in mezzo alla campagna, si estendono le imponenti e fascinose rovine di una delle industrie trevigiane ottonovecentesche  più prestigiose e famose: Le Fornaci Guerra-Gregorj.
Proseguiremo per una bella ed isolata stradina di campagna per sbucare a Dosson. Da qui, scegliendo strade a basso traffico, giungeremo quasi al centro della nostra città, nel villaggio Appiani. Altro fiore all'occhiello dell'archeologia industriale trevigiana. In questo caso il recupero pare pienamente riuscito:  ha permesso di restituire interessanti unità abitative e soprattutto ha ridato a Treviso un piccolo gioiello liberty: il Teatro Eden.

 

  • RITROVO: Ponte della Gobba alle ore 9.15;
  • RIENTRO: Ore 12.00 circa;
  • PERCORSO: Km. 20 circa;
  • BICICLETTA: Mountain bike o city bike con coperture robuste. Si raccomanda di portare camera d’aria di scorta;
  • COSTO: Euro 3,00;
  • REFERENTE: Roberto  3394123300;
  • ISCRIZIONI: iscrizioni entro venerdì 15 febbraio 2013 dalle 18,00 alle 20,00 presso Palazzo del Podestà – 3° piano - in via Calmaggiore n. 10 a Treviso oppure contattando il referente.
    Sempre venerdì 15 febbraio Roberto Pignatiello terrà una breve conferenza di presentazione dell'escursione.

 


Brochure della gita

 

Si raccomanda: durante le escursioni si è tenuti a rispettare il codice della strada - l’uso del casco non è obbligatorio ma consigliato. L’Associazione declina ogni responsabilità per danni recati a cose e persone. La cicloescursione non è una iniziativa turistica organizzata, bensì un’attività esclusivamente ricreativa – ambientale – culturale, svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione.

 
Amici della Bicicletta - FIAB, Via Barbano da Treviso 22, 31100 TREVISO | Powered by Joomla! OPENSOURCE GNU/GPL