COMUNICATO STAMPA

ZONE PEDONALI PISTE CICLABILI E ZONE 30/kmh a TREVISO

Coniugare la modernità con l’ambiente e con la qualità della vita

Durante le festività natalizie l’Amministrazione comunale di Treviso ha sperimentato l’estensione della pedonalizzazione di alcune aree del centro storico cittadino. Il Direttivo della FIAB di Treviso valuta positivamente tale iniziativa ma ritiene necessario che non ci si fermi qui: si rendano permanenti tali zone, ed anzi si ampli ulteriormente la pedonalizzazione del centro storico, pur con le necessarie attenzioni per i residenti.

Questa è la strada da seguire per rendere più vivibile un  centro storico come quello di Treviso sostanzialmente incompatibile con le automobili a causa della conformazione delle vie e per gli angusti spazi disponibili. Se vogliamo una città a misura d’uomo, godibile per i residenti,  sicura per i bambini e vivibile per gli  anziani, più silenziosa e meno inquinata, accogliente per i turisti e aperta ai consumatori, con strade e piazze che tornino ad essere l’agorà degli antichi, insomma una città con un centro storico vivo e non condannato allo svuotamento, si deve dare sempre più spazio alla mobilità dolce:  ampliare il più possibile le zone pedonali e costruire una rete di  piste ciclabili che coprano l’intera area comunale. E con riferimento a quelle parti del centro storico che, dopo attente valutazioni, non si potranno pedonalizzare, riteniamo vada istituita una zona con il limite di velocità di 30/Kmh generalizzata per tutta l’area entro le mura. La FIAB di Treviso invita dunque l’Amministrazione comunale e tutte le forze politiche a perseguire con coraggio e determinazione l’obiettivo di  ridonare le strade e piazze  di Treviso ai cittadini nella loro dimensione naturale, per dare un contributo decisivo alla qualità della vita dei Trevigiani.

Treviso, 15 gennaio 2012

 
Amici della Bicicletta - FIAB, Via Barbano da Treviso 22, 31100 TREVISO | Powered by Joomla! OPENSOURCE GNU/GPL