SABATO 26 MARZO 2011

Il Piave di Parise

SileLa prima uscita del 2011 ci porterà, come lo scorso anno, nella Sinistra Piave.
Da Oderzo, per strade secondarie, raggiungeremo San Polo di Piave per visitare (lo scorso anno non era stato possibile) le antiche Cantine Giol, un luogo di straordinario impatto emotivo, una struttura unica nel suo genere anche perché incontaminata e protetta; ammireremo le imponenti travature ed i fusti che portano ancora i segni della guerra e dell’occupazione.

Evitando le strade trafficate, seguendo l’argine del Piave e del Negrisia, tra campi e vigneti, raggiungeremo Ponte di Piave dove visiteremo le dimore dello scrittore vicentino Goffredo Parise: la casetta (delle “fate”) sulle rive del Piave dove abitò dal 1970 per circa tredici anni e l’abitazione al centro del paese, ora casa museo, dove la malattia lo costrinse a spostarsi e nel cui giardino riposano le sue ceneri.
L’ambiente golenale che ospita la casetta, con i piccoli prati dai profili irregolari, gli alberi isolati, le macchie di arbusti e i boschetti ne fanno un insieme fra i più verdi e riposanti della campagna veneta. Lo scrittore si innamorò della piccola casa e del magico ambiente circostante e, pur allontanandosi spesso per motivi di lavoro, sempre vi ritornerà perché “questo è il centro vero e unico della mia patria”. Appena stabilitosi instaurò rapporti familiari e cordiali con la gente del posto; in un ragazzino vicino di casa, timido e gentile, Parise rivide se stesso da piccolo, da questo incontro nascerà Bambino, uno dei racconti più struggenti della raccolta dei Sillabari, una sorta di abbecedario dei sentimenti.
Il percorso prosegue verso Oderzo attraverso l’importante area agricola dove già nel XII secolo era praticata la coltivazione dell'uva dai monaci del monastero di Sant'Andrea di Busco, costruito dai Benedettini. Si visiterà, accompagnati dalla proprietaria, villa Giustinian, e si gusterà la birra prodotta in loco.

  • RITROVO: stazione dei treni di Treviso alle ore 6.45;
  • PARTENZA: in treno da Treviso alle ore 7.05;
  • RITORNO: in treno da Oderzo alle ore 17.42 - arrivo a Treviso alle 18.14;
  • PERCORSO: 50 km facili, interamente pianeggianti, su strade asfaltate e brevi tratti sterrati;
  • BICICLETTA: Citybike o MTB con camera d’aria di scorta;
  • PRANZO: in trattoria;
  • COSTO: euro 25,00 (comprensivo di biglietto ferroviario e del pranzo);
  • REFERENTI: Carmen 333 9944113 | Barbara 339 1148848;
  • ISCRIZIONI: in sede, via Barbano da Treviso, (lungo la Restera ) giovedì 24 marzo dalle 18.00 alle 19.00 o contattando le referenti.

 


Scarica la brochure della gita

 

 

Si raccomanda: durante le escursioni si è tenuti a rispettare il codice della strada - l’uso del casco non è obbligatorio ma consigliato. L’Associazione declina ogni responsabilità per danni recati a cose e persone. La cicloescursione non è una iniziativa turistica organizzata, bensì un’attività esclusivamente ricreativa – ambientale – culturale, svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione.

Ultimo aggiornamento Giovedì 31 Marzo 2011 22:52
 
Amici della Bicicletta - FIAB, Via Barbano da Treviso 22, 31100 TREVISO | Powered by Joomla! OPENSOURCE GNU/GPL