read more...
News
Ride with us 2018

Da Venezia a Katowice, una lunga pedalata per il clima
27 novembre – 7 dicembre 2018

IN BICI DA VENEZIA A COPENAGHEN, PARIGI, TORINO, BONN…E ORA A KATOWICE
Ride With Us è la carovana simbolica di biciclette che dal 2014 attraversa l'Europa per diffondere la necessità di un’azione ampia e rapida per contrastare il  cambiamento climatico .
Il punto di partenza è sempre Venezia, città simbolo della vulnerabilità al progressivo innalzamento degli oceani causato dal cambiamento climatico. La destinazione è stata Copenaghen (2.000 km) nel 2014, poi Parigi (1.300 km), quindi Torino (600 km) e Bonn (1.300 km). Quest'anno il gruppo di ciclisti si dirige verso Katowice (1.260 km). La città polacca ospiterà dal 3 al 14 dicembre la Conferenza mondiale sul clima (COP 24) che dovrà rivedere gli impegni sottoscritti dai governi di tutto il mondo con l’Accordo di Parigi in materia di riduzione delle emissioni di CO2. Da ciò dipenderà buona parte della riuscita della comunità internazionale della lotta ai cambiamenti climatici.

Leggi tutto...
 
Riapertura ZTL a Treviso

La  FIAB Amici della Bicicletta di Treviso esprime la netta contrarietà alla riapertura della ZTL in alcune zone del centro storico di Treviso.
In occasione del pranzo sociale e della festa per il decennale dalla nascita tenutasi domenica 18 novembre in Villa Tiepolo Passi a Carbonera (TV) è stata iniziata una raccolta firme tra i soci.
Auspichiamo pertanto che la nuova amministrazione comunale di Treviso cambi opinione in merito di cui all’allegato comunicato stampa.

COMUNICATO STAMPA FIAB TREVISO 19.11.2018
Una delle prime iniziative della nuova giunta di Treviso riguardante la mobilità cittadina è stata aprire ai mezzi motorizzati la ZTL che inizia da Piazza San Francesco. L’effetto di questa decisione è stato ovvio: il traffico automobilistico in quel tratto del centro storico è aumentato. La FIAB Amici della Bicicletta di Treviso non condivide questa decisione. Riguardo a questo provvedimento, in controtendenza rispetto alle politiche intraprese in altre città, come per esempio Milano, per contrastare l'inquinamento e salvaguardare la salute pubblica, la nuova giunta afferma sui media locali che così si andrebbe incontro alle richieste dei commercianti di quella zona. Risulta difficile credere che nel 2018 ci sia ancora un’amministrazione in questo paese che per accontentare le richieste di alcuni commercianti non si cura della salute del resto della popolazione. Dovrebbe essere ormai ovvio a tutti infatti che il 23% delle emissioni di CO2 proviene dai trasporti motorizzati, per non parlare delle polveri sottili, killer lento e silenzioso. Quindi si mette a repentaglio la salute della maggior parte della popolazione cittadina ed in particolare delle fasce più vulnerabili: anziani e bambini. Il centro storico di Treviso, di evidente impianto medievale, è molto raccolto e piccolo ed è pertanto facilmente percorribile interamente a piedi ed in bicicletta. Il delicato impianto urbanistico della nostra città non è adatto ai mezzi motorizzati che sono non solo un elemento di pericolo ed inquinamento ma  imbruttiscono e danneggiano il prezioso equilibrio della nostra amata cittadina. Senza contare il fatto che numerosi studi ed esperienze dimostrano che dopo un iniziale periodo di assestamento, la pedonalizzazione dei centri urbani porta ad una maggiore fruibilità degli spazi con positive ricadute, oltre che per la salute e la qualità della vita dei cittadini, anche per i commercianti stessi.
Auspichiamo quindi che l'amministrazione voglia ricredersi ed intraprendere politiche illuminate che vadano incontro alle reali esigenze della collettività: salute, benessere e qualità della vita.

 

 
Sabato 1° dicembre 2018

Cultura e vini bio fuoriporta
Proponiamo ai soci un sabato pomeriggio diverso e piacevole. Inforcate le nostre bici, ci dirigeremo per ciclabili e strade secondarie verso la Barchessa di Villa Giovannina a Carità di Villorba per una visita guidata alla mostra TINA MODOTTI - FOTOGRAFA E RIVOLUZIONARIA.
Ottanta fotografie raccontano la vita e le fasi della carriera artistica di Tina Modotti: fotografa e rivoluzionaria, attrice di Hollywood e musa di artisti come il fotografo Edward Weston e il muralista Diego Rivera; senza dubbio una delle prime donne emancipate del 1900.
Terminata la visita nella bella cornice di questa residenza storica, sede dell'amministrazione comunale a Lancenigo, e oggetto di recente restauro che ha coniugato storicità e soluzioni moderne, ci dirigeremo verso la Cantina Pizzolato ubicata sempre nel comune di Villorba.

Leggi tutto...
 
200^ tessera per il 2018

La Fiab Amici della bicicletta di Treviso ha tagliato un traguardo storico.
Domenica scorsa abbiamo registrato un dato storico per la Fiab di Treviso, il superamento dei 200 soci, un risultato che fino a pochi mesi fa sembrava impossibile da raggiungere, personalmente sono molto felice e orgoglioso di questo, non c'era miglior modo per festeggiare i nostri primi 10 anni di attività.
Voglio ringraziare in particolare tutto il direttivo e tutti i soci che hanno contribuito a questo straordinario traguardo,
il lavoro fatto negli ultimi mesi ha sicuramente contribuito al raggiungimento di questo risultato, ora naturalmente si tratta di portare avanti i nostri scopi statutari con più forza e coraggio di prima, i numeri ci aiuteranno a far aumentare la nostra considerazione specialmente nei confronti della politica locale.
Le cose da fare sono tantissime, la cultura della mobilità sostenibile e della ciclabilità nel nostro paese è ancora un piccolo albero che dovrà crescere ancora molto, e allora forza ragazzi…………..pedalare…………      
Treviso 27 aprile 2018
Giampietro Toniolo - Presidente Fiab Amici della Bicicletta di Treviso

 

 
E' legge - 22 dicembre 2017

di Giulietta Pagliaccio (Presidente FIAB)

Oggi è stata approvata la 1° Legge Nazionale sulla mobilità ciclistica: è un momento storico per Fiab e l'Italia, per tanti motivi.
Nel novembre 2007 a Milano si svolgeva la 1° Conferenza Nazionale della Bicicletta, organizzata dal Ministero dell'ambiente e dalla Provincia di Milano
Fautore e vero "play maker" di questa Conferenza fu l'allora presidente FIAB, l’indimenticato Gigi Riccardi.
Fu una Conferenza intensa cui parteciparono tanti soggetti diversi del mondo della bicicletta, FCI, ANCMA, AICC (associazione italiana città ciclabili) Euromobility; in 3 giorni di lavoro vennero trattati temi i più vari nel corso di numerosi workshop i cui documenti potete trovare nel libro "Due ruote per il futuro" edito da Ediciclo.
Dei tanti relatori (un'ottantina) una ventina erano di FIAB: soci che hanno fatto la storia della Federazione e cito solo, oltre a Gigi, Antonio Dalla Venezia che sostituì Riccardi nella presidenza della Federazione.
Questa lunga premessa per dire che fu in quella sede che si posero le basi perché si sviluppasse una politica nazionale della ciclabilità che oggi vede la luce con la 1^ Legge Nazionale sulla mobilità ciclistica che all'art. 1 recita: "La presente legge persegue l'obbiettivo di promuovere l'uso della bicicletta come mezzo di trasporto sia per le esigenze quotidiane sia per le attività turistiche e ricreative....".
Una legge che sancisce, finalmente, che la bicicletta non è un "gioco per il tempo libero" come la si è sempre considerata, ma un vero mezzo di trasporto al pari degli altri, inserito nelle attività di sviluppo del Ministero dei Trasporti e per il quale sono necessari interventi diversi per una crescita adeguata, come si fa per gli altri mezzi di trasporto.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 8
Amici della Bicicletta - FIAB, Via Barbano da Treviso 22, 31100 TREVISO | Powered by Joomla! OPENSOURCE GNU/GPL