Domenica 29 settembre 2019  
Arriveremo in auto a Jesolo Paese, dove dopo una sosta per colazione, partiremo in bici per arrivare a Cavallino sulla bella ciclabile, inizialmente sterrata, che costeggia il fiume Sile.
Pedaleremo quindi fino a Treporti dove inizieremo un percorso in mezzo alla laguna, ci immergeremo in un paesaggio naturale e affascinante fino a Lio Piccolo. Lio Piccolo è una località della laguna veneta, compresa nel comune di Cavallino-Treporti. L'Appellativo Lio è un termine locale e significa lido. Situata su un insieme di isolotti separati da stretti canali e circondata dalla barena e valli da pesca, si caratterizza per la presenza  di orti dove si coltivano le note castraure e le zizole. Nella barena vivono molte specie di uccelli: la garzetta, l'airone bianco e cinerino, il cavaliere d'Italia, il falco da palude, la folaga, il gabbiano reale, i fenicotteri, etc.


Sosteremo per il pranzo al sacco presso l’ agriturismo LE MANCIANE dove previa prenotazione si può optare per un pranzo a base di pesce. Dopo pranzo prenderemo la direzione che ci porterà a Punta Sabbioni, passeggiata in riva al mare e sosta per l’ultimo sole di settembre.
Riprenderemo la via del ritorno sulla ciclabile dei campeggi del litorale, a Jesolo Paese caricheremo le bici sulle auto per il ritorno a Treviso nel tardo pomeriggio.
DETTAGLI:
Ritrovo: Ore 7,45 in via Terraglio a Treviso – parcheggio BINGO;
Arrivo: Ore 08,45 circa a Jesolo Paese;
Partenza in bici: Ore 09,00 circa dopo una abbondante colazione;
Percorso: Km. 60 circa – Facile, in parte sterrato;
Costo: Quota Fiab 3,00 euro – costo trasporto da dividere per ogni auto;
Ritorno: Nel pomeriggio a Treviso;
Pranzo: Al sacco o pranzo all’agriturismo LE MANCIANE (previa prenotazione e disponibilità);
Referente: Nadia B. 339 8595296 - Giampietro 348 2419596;
Iscrizioni: entro venerdì 27.3.2019 contattando il referente o presso Palazzo del Podestà in via Calmaggiore 10 a Treviso dalle 18,00 alle 20,00.
Si raccomanda: durante le escursioni si è tenuti a rispettare il codice della strada, l’uso del casco è vivamente consigliato. Portare camera d'aria di scorta. L’associazione declina ogni responsabilità per danni recati a cose e persone. La cicloescursione non è una iniziativa turistica organizzata, bensì un’attività esclusivamente ricreativa-ambientale-culturale, svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione.