Gite

Domenica 2 agosto 2020
Cicloescursione non troppo impegnativa da Udine fino alla spiaggia dei “Filtri” attraversando il carso.
Partiremo in bici dopo l’immancabile colazione in pasticceria a Udine e percorrendo strade minori e belle ciclabili friulane attraverseremo caratteristici paesi quali: Pradamano, Buttrio, Villanova dello Judrio (ancora lui!), con possibile sosta per una birra o bibita ed eventuali “Cevapcici”. Attraverseremo l’Isonzo e saliremo sul carso passando per il misterioso lago di Doberdò, all’altezza di Duino scenderemo sulla strada costiera per Trieste, abbastanza larga da poter pedalare lateralmente alle auto, ma al contempo godere dello spettacolare panorama sul mare e sul golfo di Trieste. Dopo pochi km. scenderemo a capofitto giù per una ripidissima stradina per arrivare al mare e scoprire i “Filtri” (vasche con acqua risorgiva). Dopo un bagno rigeneratore rientreremo a Monfalcone passando per il villaggio del pescatore e se ci sarà il tempo effettueremo una deviazione alle sorgenti del Timavo. (Non andremo a Trieste a causa di problemi nella circolazione ferroviaria per manutenzione straordinaria ad Aurisina). Portare catena per legare la bici in spiaggia (di ghiaia) e costume o anche no.

Domenica 28 giugno 2020
Sorgenti del Sile, i "fontanassi" di Casacorba - Cicloescursione
Giovedì 25 giugno 2020
CRITICAL MASS online h.19.00
diretta social su pagine Facebook ed INSTAGRAM di GRA
(facebook.com/granderaccordoambientale instagram.com/gra_granderaccordoambientale)
Si parlerà di mobilità scolastica.
Cicloescursione: Il Sile è il fiume di risorgiva più lungo d’Europa caratterizzato nel suo corso da una molteplicità di ambienti ed ecosistemi diversi, nasce dai celebri “fontanassi” di Casacorba sfociando nella laguna di Venezia dopo aver attraversato tutta la pianura trevigiana.
Partiremo in bici dalla stazione ferroviaria di Treviso, usciremo dal centro storico da Porta SS. Quaranta e percorreremo la Treviso – Ostiglia fino a Badoere passando a Santa Cristina di Quinto vicino all’Oasi Cervara.
E’ prevista una sosta alla splendida “Rotonda” di Badoere, ammireremo la vasta piazza al centro di una delle più belle e grandi barchesse del Veneto per poi proseguire nella campagna fino a raggiungere l’oasi delle Risorgive. Ammireremo a piedi il paesaggio verde tra cui svetta la Grande Quercia, splendido esemplare di farnia, cercheremo i vari “fontanassi” presenti.
Dopo il pranzo al sacco riprenderemo i nostri “cavalli” e ci dirigeremo verso Casacorba, Ospedaletto, il santuario della Madonna dell’Albera e quindi Morgano, potremmo ammirare lungo il percorso scorci di fiume e di campagna trevigiana. Rientreremo a Treviso nel pomeriggio.
NECESSARIO ESSERE MUNITI DI MASCHERINA E GEL DISINFETTANTE A BASE ALCOLICA

Venerdì 14 febbraio 2020 ore 21.00
da Firenze arrivano.... i RICICLABILI!
“Occorrono mediatori, costruttori di ponti, saltatori di muri, esploratori di frontiera. Traditori della compattezza etnica, ma non transfughi" (A.Langer)
I Riciclabili sono un gruppo di amici, legati dalla passione di viaggiare lentamente e responsabilmente, esplorando le comunità locali e promuovendo la bicicletta come buona pratica di turismo sostenibile. Credono che viaggiare sia uno strumento per raccontare e raccontarsi, oltre che un modo per conoscere il Mondo. Credono nella ciclabilità, cioè l’utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto individuale che non inquina, sia in ambito urbano che extraurbano. Credono nella sostenibilità ambientale, e nell'esplorare luoghi lontani dalle solite mete turistiche, a impatto zero. Credono nella sostenibilità sociale, e nella necessità di una riflessione sul concetto di confine.

“Non buttarmi, istruzioni per il riuso” è una giornata di laboratori sull'impatto ambientale delle nostre azioni quotidiane.
Si terrà domenica prossima, 27 ottobre, alla Loggia dei Cavalieri, dalle 10 alle 19.
È con immenso piacere che noi di Fiab parteciperemo per ribadire il ruolo che la bicicletta avrà in futuro nel ridisegnare città più sicure, vivibili, meno inquinate, a misura d’uomo.
Abbiamo organizzato una pedalata durante la quale toccheremo alcuni luoghi di Treviso e dintorni che ben rappresentano i concetti di spreco e riuso di suolo ed edifici.
Vedremo posti abbandonati e restituiti alla cittadinanza, bellezze naturali e scempi ambientali.
Non scordate di portare con voi i vostri smartphone!! Serviranno per scattare bellissime foto (ma anche bruttissime se il luogo lo richiede) che rendano le impressioni e le emozioni che proverete, per condividerle poi nei vostri social con l’hashtag #fiabnonbuttarmi.
Verrà creato un album dedicato nella pagina dell’evento dove saranno raccolti tutti i nostri scatti!
Punto di partenza e arrivo sarà la Loggia dei Cavalieri, ritrovo ore  8.30.
Il percorso è facile, di 50 km circa e  si snoderà tra strade, stradine sterrate e piste ciclabili, quindi si raccomanda di venire con le bici in ordine e camera d’aria di riserva.
Faremo una sosta in pasticceria per la colazione, il ritorno in città è previsto per le 14/14.30, quindi non faremo pausa pranzo (se vorrete portate con voi frutta o snacks).
Per motivi organizzativi vi chiediamo di confermare la vostra presenza con un messaggio a Stefano 349 5438233.
Non mancate, vi aspettiamo numerosi a questa bellissima giornata!

RIASSUMENDO

Appuntamento Loggia dei Cavalireri Treviso ore 8.30

Rientro 14.00 - 14.30 circa

Percorso: facile 50 Km circa. Qualche tratto sterrato.

Portare: Snack per merenda al salto, macchina fotografica o smartphone, cameradaria di scorta

Referente cui confermare la partecipazione Stefano 349 5438233.

N.B.: questa giornata sostituisce la cicloescursione "Gravel dei Trosi sul Montello" prevista nel programma delle attività nella medesima domenica.

Si raccomanda: durante le escursioni si è tenuti a rispettare il codice della strada, l’uso del casco è vivamente consigliato. Portare camera d'aria di scorta. L’associazione declina ogni responsabilità per danni recati a cose e persone. La cicloescursione non è una iniziativa turistica organizzata, bensì un’attività esclusivamente ricreativa-ambientale-culturale, svolta per il raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione.

1) Le vostre proposte per le nostre gite del 2020, 

Care socie e cari soci FIAB Treviso.

Per costruire un interessante calendario gite in bicicletta per il 2020 vi chiediamo un contributo di idee e proposte.
Se avete curiosità  per un percorso, un posto che vorreste vedere, fatelo diventare una gita così che tutti noi possiamo godercelo divertendoci in compagnia

Chi non ha mai fatto il capogita e non è sicuro di farcela, prima di rinunciare, chieda una mano al Direttivo.
Oppure suggerite semplicemente un itinerario che vi interessa...
I temi possono essere i più svariati: divertimento, natura, arte, enogastronomia... tutto ciò che si possa raggiungere e fare in bicicletta. 

Stupenda cavalcata nel sole di ottobre.

Arriveremo in auto a Bigolino dove inizieremo il nostro itinerario attraverso le colline del Prosecco (Patrimonio dell’Umanità). Sarà un continuo saliscendi con brevi sterrati attraverso i vigneti eroici coltivati a mano e in pendenza, costeggiando casolari in sasso biancone.

Sabato 12 ottobre 2019

Ritrovo al binario 1 ore 9.30

Referente Fiab Giampietro T. 348 2419596

Domenica 6 ottobre 2019
Pedaliamo insieme nelle terre di Montecchi e Capuleti per chiedere il miglioramento di uno degli itinerari cicloturistici più desiderati d'Europa
Iniziativa del coordinamento FIAB Veneto             
La ciclovia AIDA (Alta Italia Da Attraversare) è un progetto FIAB che in 930 km va dal confine francese di Susa a quello sloveno di Trieste passando per i centri delle principali città del Nord. Nel Veneto AIDA corre in buona parte sulla ciclovia regionale I-1 Garda-Venezia, e da Verona vede il transito di un gran numero di cicloturisti nordeuropei che, provenendo da Bolzano e Trento via Brennero e Resia, si dirigono verso Vicenza, Padova e Venezia. Tuttavia, nonostante l’importante flusso cicloturistico, varie parti del percorso veneto di AIDA non sono ancora adeguate per qualità e sicurezza, e con questo evento chiediamo alle amministrazioni un necessario miglioramento di questi tratti. Da Verona il percorso (che prevede un po’ di facile sterrato) si snoda per Caldiero, Soave, Monteforte, Montebello, Montecchio, Sovizzo e Creazzo prima dell’arrivo a Vicenza, nella splendida cornice palladiana di Piazza dei Signori.

Scegli ed entra nella categoria che ti interessa: